NEWS

Decreto Legge 23/2020 Liquidità e Decreto Legge 73/2021 Sostegni Bis

Banca Cremasca e Mantovana vicino a chi ha bisogno

  • 15/04/2020
  • Admin Banca Cremasca

Banca Cremasca e Mantovana considerando il periodo di difficoltà corre in aiuto alle imprese sul territorio.

Di seguito le principali opportunità.

FINANZIAMENTI DEL FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE L.662/1996

Sono state prorogate fino al 31 dicembre 2021 le misure straordinarie previste dal Dl Liquidità a valere sul Temporary Framework che hanno modificato in profondità l’operatività del Fondo di garanzia per le PMI per fare fronte alle conseguenze economiche della pandemia. Il prolungamento è stato stabilito dal DL Sostegni bis e approvato dalla Commissione Europea con decisione del 29 giugno 2021. I medesimi provvedimenti prevedono alcune modifiche al funzionamento del Fondo previsto dal DL Liquidità sono in vigore per le operazioni presentate al Fondo a partire dal 24 giugno 2021 e deliberate a partire dal 1° luglio 2021.

 

FONDO DI GARANZIA PMI: FINANZIAMENTO FINO A 30.000€

Finanziamenti con garanzia Fondo Centrale di Garanzia PMI ex art. 13. m) del D.L. 8.04.20, n. 23 convertito nella L. 5/6/2020 n. 40 (“DL Liquidità”)

Si tratta dei finanziamenti di importo fino a 30mila euro e di durata massima di 15 anni introdotti dall’art.13, comma 1, lettera m) del DL Liquidità rivolti a:

  • piccole e medie imprese
  • persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni, ivi comprese le associazioni professionali e le società tra professionisti
  • agenti di assicurazione, subagenti di assicurazione e broker 
  • Società che presentano i seguenti codici ATECO 2007:
    • 66.19.20 – Attività di promotori e mediatori finanziari
    • 66.19.21 – Promotori finanziari
    • 66.19.22 – Agenti, mediatori e procacciatori di prodotti finanziari
    • 66.21.00 – Attività dei periti e liquidatori indipendenti delle assicurazioni
  • enti del Terzo settore, compresi gli enti religiosi civilmente riconosciuti, esercenti attività di impresa o commerciale, anche in via non esclusiva o prevalente o finalizzata all'autofinanziamento la cui attività d'impresa e stata danneggiata dall'emergenza COVID-19

Presupposto per l’accesso alla garanzia è che l’attività del soggetto beneficiario finale sia stata danneggiata dall’emergenza COVID-19

Fermo il limite di 30mila euro, l’importo non può essere superiore a:

  • 25% dei ricavi
  • il doppio della spesa salariale annua del beneficiario 

Per l’individuazione dei valori di fatturato e/o spesa salariale sarà possibile fare riferimento:

  • ai dati del 2019 come risultanti dal bilancio depositato o dalla dichiarazione fiscale; oppure
  • ai dati del 2020 come risultanti dal bilancio depositato o dalla dichiarazione fiscale o, in assenza di queste ultime, da altra idonea documentazione, anche mediante autocertificazione.

Tra le principali novità si segnala che per le operazioni fino a 30mila euro:

  • la copertura della garanzia diretta passa dal 100% al 90%
  • la copertura massima dei confidi passa dal 100% al 90% dell’operazione finanziaria con riassicurazione/controgaranzia dal Fondo al 100%

 

FONDO DI GARANZIA PMI: FINANZIAMENTO CON GARANZIA FINO A 5.000.000 DI EURO

Le piccole e medie imprese possono ottenere finanziamenti con garanzia pubblica gratuita fino a 5.000.000 euro di importo garantito.

L’importo del finanziamento non può essere superiore a:

  • 25% dei ricavi 2019
  • il doppio della spesa salariale annua  per il 2019 o per l'ultimo anno disponibile
  • il fabbisogno per costi del capitale di esercizio e per costi di investimento nei successivi 18 mesi. In questo caso è necessario presentare una apposita autocertificazione che attesti questo fabbisogno

Tra le principali novità si segnala che:

  • la copertura della garanzia diretta passa dal 90% all’80% (operazioni lettera c), comma 1, art.13 del DL Liquidità)
  • la copertura per l’intervento dei confidi rimane invariata al 90% con riassicurazione/controgaranzia del Fondo al 100% (operazioni lettera d, comma 1, art.13 del DL Liquidità)
  • la durata massima delle operazioni garantite passa da 6 a 8 anni con la possibilità di richiedere il prolungamento fino al nuovo limite temporale per le domande già approvate (a copertura invariata per le operazioni di garanzia diretta).

 

Per un quadro completo delle modifiche si rimanda alla Circolare n. 6/2021 del Gestore del Fondo Mediocredito Centrale e alla tabella sotto riportata.

 

COME USUFRUIRE DELLE AGEVOLAZIONI

Per poter usufruire delle agevolazioni è sufficiente scaricare i due moduli di seguito riportati, compilarli, sottoscriverli ed inviarli accompagnati da copia di un documento di riconoscimento in corso di validità del sottoscrittore alla propria filiale di riferimento (anche a mezzo e-mail). Recupera qui i contatti della filale di riferimento

  • Finanziamento fino a 30.000 euro – Modulo Allegato 4Bis (Scarica qui il modulo) - modulo richiesta agevolazione soggetto beneficiario finale (Modulo del Fondo di Garanzia) 
  • Finanziamento superiore a 30.000 euro - Modulo Allegato 4 (Scarica qui il modulo) - modulo richiesta agevolazione soggetto beneficiario finale (Modulo del Fondo di Garanzia) 
  • Copia del documento di riconoscimento in corso di validità del richiedente il finanziamento
  • Richiesta di affidamento su format Banca 
  • I seguenti documenti:
    • per le società di capitali: copia ultimo bilancio depositato; visura camerale aggiornata
    • per le società di persone e ditte individuali: ultima dichiarazione fiscale presentata comprensiva del documento di trasmissione all’Amministrazione competente; visura camerale aggiornata
    • per professionisti e persone fisiche esercenti attività di impresa: ultima dichiarazione fiscale presentata comprensiva del documento di trasmissione all’Amministrazione competente e il certificato di attribuzione di partita IVA
    • nel caso di attività avviate dopo il 01/01/2019, oppure in tutti gli altri casi precedenti, in assenza di bilancio o dichiarazione contabile necessaria per determinare il fatturato o il costo salariale annuo (in applicazione di quanto previsto dal modulo 4 bis sopra citato)

 

Scarica qui il modulo - Richiesta di attivazione delle misure di sostegno finanziario ai sensi dell’art. 13, comma 1, lett. m) e m-bis)

Scarica qui il modulo - Richiesta di attivazione delle misure di sostegno finanziario ai sensi dell’art. 13, comma 1, lettera i)

Scarica qui il modulo - Richiesta di attivazione delle misure di sostegno finanziario ai sensi dell’art. 13, comma 1, lettera e)

Scarica qui il modulo - Richiesta di attivazione delle misure di sostegno finanziario ai sensi dell’art. 13, comma 1, lett. c)-n)-d)-p)

 

     

FINANZIAMENTI GARANTITI DA SACE S.P.A.

Il Decreto Legge Sostegni-bis ha previsto l’estensione al 31 dicembre 2021 della misura straordinaria a supporto delle imprese colpite dall'emergenza Covid-19 per garantire liquidità e continuità alle attività economiche. Garanzia Italia di SACE è estesa anche alle MidCap.

GARANZIA ITALIA

I finanziamenti con garanzia di Stato concessi dai soggetti finanziatori alle imprese potranno essere richiesti fino al 31 dicembre 2021 e saranno disponibili per qualsiasi tipologia di impresa indipendentemente dalla dimensione, dal settore di attività e dalla forma giuridica con i seguenti requisiti:

  • sede in Italia
  • imprese che non erano in difficoltà al 31 dicembre 2019 ma che hanno affrontato o che si sono trovate in una situazione di difficoltà successivamente a seguito dell’epidemia di Covid-19
  • imprese che hanno già utilizzato il Fondo Centrale di Garanzia fino a completa capienza (o che presentino un plafond residuo presso il Fondo insufficiente per la definizione e l’ottenimento di un nuovo finanziamento dal sistema bancario, in quanto ad esempio troppo piccolo per poter strutturare un’operazione), limitatamente alle PMI
  • imprese che hanno già esaurito il “plafond” delle garanzie rilasciate da ISMEA, ove ne abbiano accesso.

A partire dal primo marzo 2021 SACE è autorizzata a rilasciare garanzie a favore di Midcap (imprese diverse dalle PMI con un numero di dipendenti non superiore a 499) con le stesse modalità previste dal Fondo Centrale di Garanzia.

Le imprese potranno così ottenere liquidità in tempi brevi garantendo continuità alla loro operatività.

Il finanziamento verrà erogato dalle banche, istituzioni finanziarie nazionali e internazionali, società di factoring, società di leasing e dagli altri soggetti abilitati all'esercizio del credito in Italia, garantito da SACE e contro-garantito dallo Stato.

Il limite di importo del finanziamento ammonta:

  • al 25% del fatturato Italia nel 2019 come risultante dal Bilancio, oppure
  • il doppio della spesa salariale annuale in Italia per il 2019 (oppure, nel caso l’Impresa Beneficiaria abbia iniziato la propria attività successivamente al 31 dicembre 2018, in questo calcolo si prendono a riferimento i costi del personale attesi per i primi due anni di attività).

La garanzia Sace, a titolo oneroso, è associata a un finanziamento, che deve essere destinato a sostenere i costi del personale, gli investimenti o il capitale circolante delle aziende localizzate in Italia.

Il valore della garanzia varia in funzione del numero dei dipendenti e del volume di fatturato:

  • per le Imprese con meno di 5.000 dipendenti in Italia e valore del fatturato inferiore a 1,5 miliardi di euro, la garanzia copre il 90% del finanziamento
  • per le Imprese con più di 5.000 dipendenti in Italia e valore del fatturato tra 1,5 e 5 miliardi di euro, la garanzia copre l’80% del finanziamento
  • per le Imprese con valore del fatturato superiore a 5 miliardi di euro, la garanzia copre il 70% del finanziamento

L’importo del finanziamento garantito non può essere superiore al maggiore tra i seguenti valori:

  • il 25% del fatturato annuo dell’impresa in Italia relativo al 2019
  • il doppio dei costi del personale in Italia dell’impresa sempre relativo al 2019

La durata massima è di 72 mesi, con un periodo di preammortamento massimo di 36 mesi. La garanzia deve essere concessa entro il 31 dicembre 2021.

Quali sono i costi della garanzia:

  • per i finanziamenti di piccole e medie imprese sono corrisposti, in rapporto all’importo garantito, 25 punti base durante il primo anno, 50 punti base durante il secondo e terzo anno, 100 punti base durante il quarto, quinto e sesto anno;
  • per i finanziamenti di imprese diverse dalle piccole e medie imprese sono corrisposti, in rapporto all’importo garantito, 50 punti base durante il primo anno, 100 punti base durante il secondo e terzo anno, 200 punti base durante il quarto, quinto e sesto anno.

 

    

FINANZIAMENTI DELL’ISTITUTO DI SERVIZI PER IL MERCATO AGRICOLO ALIMENTARE – ISMEA

Le disposizioni del Decreto Liquidità si applicano, in quanto compatibili, anche alle garanzie in favore delle imprese agricole e della pesca. ISMEA ha allineato i prodotti alle nuove misure, mettendo a disposizione nuovi strumenti finanziari per l'emergenza Covid 19.

In base a quanto previsto dall’articolo 13, comma 2, del Decreto Sostegni bis, l’ISMEA continuerà a rilasciare garanzie ai sensi dell’articolo 13, comma 1, del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23, convertito, con modificazioni, dalla legge 5 giugno 2020, n. 40, fino al 31 dicembre 2021, nel rispetto dei nuovi limiti previsti dalle disposizioni normative di riferimento.

In particolare, a decorrere dal 1° luglio 2021, le percentuali massime di garanzia saranno ridotte come segue: 

  • con riferimento ai finanziamenti di importo fino a 30mila euro e di durata massima di 15 anni di cui alla lettera m) del comma 1 dell’art. 13 del decreto Liquidità, la percentuale di copertura sarà ridotta al 90%
  • con riferimento alle misure di cui alle lettere c) e p) del comma 1 dell’art. 13 del decreto Liquidità, le garanzie saranno concesse nella misura massima dell'80% in luogo del 90%

COME USUFRUIRE DELLE AGEVOLAZIONI

Per poter usufruire delle agevolazioni ti invitiamo a scaricare il modulo di autocertificazione di seguito disponibile, compilarlo, sottoscriverlo ed inviarli accompagnati da copia di un documento di riconoscimento in corso di validità del sottoscrittore alla propria filiale di riferimento (anche a mezzo e-mail). Recupera qui i contatti della filale di riferimento

  • Finanziamento fino a 30.000 euro – Modulo LTM -ISMEA (Scarica qui il modulo) - Dichiarazione sostitutiva di atto notorio del richiedente o del legale rappresentante 
  • Adeguamento maggior importo e maggior durata lettera m) comma 1 art. 13 DL Liquidità - Modulo LTM_ADD - ISMEA (Scarica qui il modulo) - Dichiarazione sostitutiva di atto notorio del richiedente o del legale rappresentante
  • Variazione della titolarità del finanziamento lettera m) comma 1 art. 13 DL Liquidità - Modulo LTM_ACC - ISMEA (Scarica qui il modulo) - Dichiarazione sostitutiva di atto notorio del richiedente o del legale rappresentante
  • Finanziamento lettera c) comma 1 art. 13 DL Liquidità - Modulo LTC - ISMEA (Scarica qui il modulo) - Dichiarazione sostitutiva di atto notorio del richiedente o del legale rappresentante 
  • Finanziamento lettera e) comma 1 art. 13 DL Liquidità - Modulo LTE - ISMEA (Scarica qui il modulo) - Dichiarazione sostitutiva di atto notorio del richiedente o del legale rappresentante 
  • Finanziamento lettera p) comma 1 art. 13 DL Liquidità - Modulo LTP - ISMEA (Scarica qui il modulo) - Dichiarazione sostitutiva di atto notorio del richiedente o del legale rappresentante
  • Modello privacy ISMEA (Scarica qui il modulo)
  • In sede di redazione della richiesta di affidamento su format Banca, la filiale di riferimento indicherà al beneficiario finale l’ulteriore documentazione personalizzata da presentare.